I pellegrinaggi nel mondo cristiano

DiSamuel

I pellegrinaggi nel mondo cristiano

Un cammino di fede che si trasforma in un viaggio “fisico” oltre che di fede: questo è lo spirito che anima i fedeli che scelgono di fare l’esperienza del pellegrinaggio. Si tratta di una tradizione diffusa sin dei tempi della Chiesa paleocristiana.

Tipologie di pellegrinaggio

Il pellegrinaggio di tipo devozionale, ovvero la visita presso un santuario, una città o un luogo particolarmente caro alla tradizione cristiana, viene effettuato sia per intraprendere la conversione che per richiedere una grazia. Nell’alto Medioevo, e per molti secoli a seguire, si diffuse un’altra tipologia di pellegrinaggio, ovvero quello penitenziale. Esso era una sorta di “esilio” imposto a persone (soprattutto ecclesiastici) che si erano macchiati di colpe o cimini gravi.

Le destinazioni

I pellegrinaggi più importanti sono quelli in Terra Santa e a Roma, culla della cristianità. Oltre a queste due imprescindibili destinazioni, vi sono anche importanti mete legate ai luoghi delle apparizioni mariane. Tra queste, Lourdes, Medjugorie, Fatima e Guadalupe. In Italia, oltre a Roma, i pellegrini si recano ad Assisi, a Loreto e a Santa Maria delle Grazie.

Il Cammino di Santiago

La destinazione del Cammino è la cattedrale di Santiago di Compostela, un paese che si trova nella regione spagnola della Galizia, a nord del Paese. Dopo la messa del pellegrino, alcuni proseguono il cammino per circa altri 90 km, per arrivare a Finisterre, una località sul mare che un tempo era ritenuta il limite estremo della terraferma. Qui, i fedeli più devoti fanno un bagno purificatore, oppure raccolgono conchiglie per ricordo di questa importante esperienza spirituale. Attenzione, però: le acque sono piuttosto pericolose e si deve usare molta cautela, in quanto in questa zona sono frequenti mulinelli e correnti che trascinano al largo.

Info sull'autore

Samuel administrator

Lascia una risposta