Archivio per Categoria Cattolicesimo e festività

Digiusy

Dalla Quaresima alla Pasqua di Resurrezione

La Pasqua, dal punto di vista liturgico, è la celebrazione del mistero della Resurrezione. I fedeli vivono questa ricorrenza con la gioia che solo un vero rinnovamento dell’anima può dare. La vittoria sulla morte e la certezza della vita eterna rappresentano il momento più importante della liturgia. Anche se il Natale (oltre ad essere una festività religiosa fondamentale) è una festa molto sentita a livello familiare e sociale, è la Pasqua ad essere quella più importante per la fede.

La Quaresima

Il periodo di penitenza e preghiera inizia il Venerdì delle Ceneri e si prolunga fino al giovedì Santo. Sono giorni di preghiera e conversione, nei quali i fedeli sono chiamati all’esercizio della carità.

La Domenica delle Palme

Durante la domenica precedente la Pasqua viene celebrata l’entrata di Gesù a Gerusalemme, dove venne accolto dall’entusiasmo del popolo.

La Via Crucis

Durante il Venerdì Santo, una processione commemora l’ultimo viaggio di Nostro Signore verso la croce. Il percorso, scandito dai versi del Vangelo, si snoda attraverso 13 stazioni. Il supplizio di Gesù può essere ricordato sia con celebrazioni in parrocchia che all’aperto.

La Santa Pasqua

Cristo è risorto! La messa della domenica di Pasqua comunica il messaggio di gioia e di salvezza. Gesù lascia il sepolcro e vince sulla morte.

Digiusy

La tradizione del Natale

La notte tra il 24 e il 25 Dicembre, Gesù scende sulla terra e si incarna in un bambino. Questa festa religiosa viene celebrata con lo stesso fervore in tutto il mondo cattolico. È, naturalmente, una festa comandata, quindi i fedeli sono chiamati a partecipare alla Santa Messa, che si svolge alla mezzanotte del 24 e a quella della domenica mattina, il 25.

Il presepe

Per scoprire le origini del presepe, bisogna fare un salto indietro nel tempo, fino al 1223. Al ritorno dal suo pellegrinaggio in Terra Santa, San Francesco decise di riprodurre una scena della natività in un piccolo paesino del rietino, Greccio, in quanto il Santo Patrono d’Italia vi trovava una grande somiglianza con Betlemme. Da quel momento in poi, la tradizione del presepe era destinata a diffondersi prima in Italia, e poi in tutto il mondo cristiano.

La festa della famiglia

Questa festa religiosa è vissuta dalle famiglie come momento di condivisione e incontro. È l’occasione per ritrovarsi intorno alla tavola imbandita e celebrare così questo evento gioioso. Se si vuole proporre ai commensali un momento di raccoglimento, si può, prima di iniziare il pasto, accendere una candela, leggere un brano del Vangelo e poi recitare un Padre Nostro.